Bentornato!

Bentornato wargamesforum!

Ci avviamo verso la parte più brumosa dell’anno e da tanto, troppo tempo, questo blog è rimasto avvolto in una nebbia « magica » che lo ha cristallizzato fino ad oggi. O se preferite, ci siamo persi nel labirinto di Tzeench e solo ora, finalmente, l’incantesimo è stato spezzato e abbiamo trovato il “filo” che ci ha riportati qui da voi.

Sono trascorsi quattro anni, dieci mesi e due giorni dall’ultimo articolo e ci eravamo lasciati con “Seth III Design: Basette tonde in resina a tema Necron – Pittura“. Di cose ne sono successe veramente molte. Prima di riavvolgere il filo e uscire dal dedalo, però, lasciateci dire come pensiamo di sfruttare questo spazio nei mesi a venire.

L’intenzione è di utilizzare il blog per fare una specie di digest di quanto avvenuto su wargamesforum.it: gli highlights saranno ovviamente corredati di link per accedere rapidamente alle discussioni evidenziate e forniranno una breve sintesi delle notizie più interessanti postate dai nostri utenti.

Avremo le classifiche dei topic più letti.

Conosceremo meglio gli utenti del forum cercando di capire come vivono l’hobby e presentando, grazie alla loro conoscenza, i giochi che preferiscono e che, non sempre, sono conosciuti dai più.

E poi, ovviamente, ci saranno le notizie che considereremo più gustose e importanti dal mondo dei wargames.

Ci saranno, però, anche alcune sorprese veramente di rilievo.

Solo una precisazione: gli utenti del nostro forum sono molto orientati verso il fantasy e, conseguentemente, ambientazioni differenti patiscono e patiranno questa situazione. Se volete che essa cambi, non avete altro da fare se non iscrivervi al forum e spostare gli equilibri…

Avremo, se il tempo tiranno ce lo concederà, articoli di approfondimento e presentazioni e recensioni di giochi che, nel frattempo, avremo avuto modo di provare (vale sempre il disclaimer sul tempo tiranno, ovviamente).

Cosa è successo in questi quattro anni (quasi cinque) di assenza?

In questi quattro anni sono successe veramente tante cose e anche farne solamente una lista è veramente un’impresa cosiderevole.

Dovessi indicare le tre principali, opterei per le seguenti.

1) L’offerta di giochi è letteralmente esplosa.

Siano essi giochi di miniature tout court o giochi da tavolo/di società con o senza miniature. Grazie alle piattaforme di crowdfunding  non passa settimana senza che nuove offerte vengano presentate al grande pubblico. I giochi da tavolo in particolare sembrano avere una fortuna senza pari, finanziati in men che non si dica e con un supporto finanziario che lascia a volte strabiliati.

Anche i giochi di miniature, però, sembrano vivere un’età d’oro. Parliamo soprattutto di giochi skirmish (sul tema di cosa sia un gioco skirmish e quali ne siano gli elementi caratterizzanti ci vorrebbe un articolo a parte. Ci sono volontari?), ma anche i cosiddetti mass battle (in questo caso, per intenderci, facciamo riferimento a sistemi che utilizzino il concetto di ‘ranghi e file’) possono vantare qualche sostanziosa e gustosa novità.

È innegabile che il crowdfunding abbia letteralmente rivoluzionato il settore. Nel bene e nel male. Quando si ottengono certi risultati è inevitabile che nel calderone finisce veramente di tutto.

2) Il re è morto.

Il 14 marzo 2015 arriva nei negozi Warhammer End Times: Archaon. Con quest’ultima uscita della serie End Times cala definitivamente il sipario su Warhammer Fantasy Battle. Con il botto. Letteralmente. Il mondo di Warhammer (oggi noto come il Mondo-che-fu) esplode e con esso prima la costernazione e, successivamente (all’apparizione del suo successore), la “rabbia” di migliaia di giocatori sparsi per il mondo.

Age of Sigmar arriva sui tavoli da gioco e luglio 2015, lasciando la stragrande maggioranza dei giocatori del fantasy made in GW semplicemente devastati…

  • Manuale di regole ridotto da centoeppassa pagine a 4. Quattro pagine di regole. Quattro…
  • Punti delle unità o dei modelli semplicemente inesistenti.
  • Regole per le vecchie unità del suo predecessore considerate, nella migliore delle ipotesi stupide. Nella peggiore un insulto.
  • Modelli su basetta tonda e rimozione dei vassoi di movimento. Si passa da un rank and file ad uno skirmish.

Oggi, a più di tre anni dal lancio, possiamo dirlo: se volevano fare colpo, ci sono veramente riusciti…

Possiamo dire, però, che con la rimozione di WHFB la Games Workshop ha letteralmente rimosso il tappo ad un intero settore. La morte del più famoso di tutti i wargames a tema fantasy ha, di fatto, desaturato il mercato. Come conseguenze, Kings of War della Mantic ha avuto una visibilità prima più complicata. Gli orfani di WHFB (in particolare quelli dello European Team Championship) si sono organizzati ed hanno dato vita al più grande sforzo collettivo della storia dei wargames portando alla nascita del progetto The 9th Age. Di recente i creatori di SAGA hanno lanciato la propria seconda edizione, prevedendo una specifica espansione in terreno Fantasy in arrivo nel 2019: Age of Magic.

Questa è ovviamente solo la punta dell’iceberg. Uno degli elementi caratterizzanti di questa nuova fase sembrerebbe essere l’ascesa irrefrenabile del sistema skirmish a discapito del mass battle (come già detto). La Mantic ha lanciato il suo skirmish ambientato nell’universo di Mantica (Vanguard), di SAGA abbiamo già parlato, GW ha lentamente, ma continuamente raffinato Age of Sigmar e proposto una nuova edizione del Signore degli Anelli (Middle Earth – Strategy Battle Game). Solo per citarne alcuni.

In tutto questo trambusto, anche in Italia qualcosa si è mosso…

3) Un wargame fantasy made in Italy. Finalmente…

Perdonatemi un “briciolo” di nazionalismo… ma solo un pochettino…

Una piccola azienda con sede in Campania, la Fireforge Games, conosciuta in particolare per la propria gamma storica medievale a tema crociate, lancia a settembre 2018 un Kickstarter per finanziare la propria nuova gamma di prodotti fantasy. Il gioco si chiama Forgotten World e il regolamento, di cui finora si è avuto modo di vedere solo una parte in versione alpha, prevede una modalità mass battle ed una modalità skirmish. Includerà anche regole specifiche per gli assedi.

Le miniature, veramente di ottima qualità, saranno accompagnate tanto da basette quadre, quanto da basette tonde.

Per saperne di più, bisogna avere ancora un po’ di pazienza e consultare regolarmente questo blog.

That’s all, folks!

Per il momento questo è tutto, bella gente! Se apprezzate questo blog, non mancate di farcelo sapere, anche sul nostro forum.

Bentornato wargamesforum news!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

QR Code Business Card